A scuola dai PIT BULL’S

Avete mai pensato che anche il bbq possa seguire i trend della formazione 2.0, ovvero che possa essere insegnato on-line? Se non ci avete ancora pensato, oltre agli eoni di video presenti in rete, dovete sapere che ci sono anche delle vere e proprie “classi” on line.

Va dato atto agli americani che, in fatto di internet, sono sempre all’avanguardia, per cui, in tempi non sospetti, alcuni pitmaster hanno sfruttato la rete come strumento di divulgazione e – perché no – ulteriore fonte di guadagno. Youtube, Vimeo, Facebook traboccano di video di pitmaster a vario titolo e sicuramente l’occhio curioso e critico saprà rubare qualche tecnica e qualche segreto. Accanto a questi vi sono dei veri e propri corsi, strutturati, che consentono formarsi in qualsiasi angolo del pianeta. Calandoci sulla realtà italiana, i corsi in “carne ed ossa” sono tenuti più o meno sempre negli stessi luoghi, sia per comodità logistica che per giustificare l’investimento del corso, che magari raccoglierebbe solo pochi partecipanti in una provincia più piccola.

Uno screenshot dal video PORK RIBS

I corsi on-line potrebbero rappresentare una valida alternativa per il neofita, se non altro per carpire i concetti base delle tecniche e iniziare a grigliare in autonomia. Era proprio questa la situazione a Roma nel 2013: nessun corso di bbq ma tanta voglia di imparare. Per questo motivo decisi di pagare la fee (ebbene si, sono a pagamento) alla PIT BULL’S up-in-smoke BBQ School. Poi da li a poche settimane sarebbe stato annunciato il primo corso a Roma e quell’iscrizione cadde nel dimenticatoio.

PIT BULL’S è un team di bbq del sud degli Stati Uniti, di Canton, Georgia per la precisione; Danny Coogle è il loro pit-master. Il corso on-line ha un taglio sulle preparazioni della KCBS, alle quali è dedicato un video per ogni preparazione; si tratta di video molto lunghi (per gli standard web) che facilmente superano l’ora, e affrontano tutte le tematiche delle preparazioni, dal trimming della carne, ai rub, alle salse, fino poi alla presentazione finale. C’è un video dedicato alla preparazione dei box per il turn-in. Infine c’è un video dedicato al pork-loin, una delle preparazioni di un altro circuito competitivo USA.

Pitmaster Danny Coogle

In un altro video Danny parla a ruota libera delle sue ricette, dispensando consigli e trucchetti. Ricette che troverete poi in un’apposita sezione del sito. Quello che però maggiormente ho apprezzato sono gli spreadsheet, ovvero i fogli excel con le tempistiche per le preparazioni. Diciamo che se si affronta per la prima volta una gara KCBS, si potrebbe stampare il foglio fornito e rispettarne le tempistiche. E – chicca non da poco – le tempistiche che troverete nei fogli fanno riferimento sia alla tecnica del low and slow che dell’hot and fast.

Un ottimo strumento per chi – già con un minimo di pratica al bbq, non riesce a partecipare a corsi o masterclass dedicati alle competizioni KCBS ma ha voglia di carpirne qualche segreto ed iniziare a stupire gli amici. E poi chissà … ci si becca su un campo di gara!

ATTENZIONE: conoscenza dell’inglese obbligatoria 🙂

Comments

comments